logo
Ebbenegrey1

facebook
twitter
youtube

Seguici su

©2019 Fondazione Ebbene P.IVA  05459640875 CF 93181480877

19/09/2019, 19:01



Dono-Day,-al-via-con-il-4°-Giro-dell’Italia-che-Dona.-Appuntamento-a-Catania-giorno-1-ottobre


 È stato presentato oggi a Roma il cartellone nazionale dell’Italia che Dona, a Catania l’appuntamento è realizzato in collaborazione con Ebbene



Cataniadiventa capitale del Dono. Anche quest’anno l’Istituto Italiano della Donazionein collaborazione con Fondazione Ebbene organizza il prossimo 1 ottobre la tappa siciliana del DonoDay, coinvolgendo oltre 300 studenti in un’interagiornata centrata sulla riflessione dell’importanza del dono e della suagratuità.

Si è svolta oggi a Roma la conferenzastampa di presentazione del 4°Giro dell’Italia che Dona, al quale ha partecipato anche il nostro presidenteEdoardo Barbarossa: "La Fondazione Ebbene - dichiara - nasce da un progetto di dono dei cittadini verso lapropria comunità. È frutto di un’azione culturale e di responsabilità socialeper il contrasto ad ogni forma di disuguaglianza, illegalità e povertà". Ecco perché anche per la nuova edizione si rinnovail tradizionale appuntamento con l’Istituto Italiano della Donazione, chiamandoa raccolta organizzazioni,imprese, scuole, comuni e cittadini che si ritrovano insieme per costruire la mappadell’Italia che dona, un Paese capace di reagire alle difficoltà mettendoal centro la bellezza del dono in tutte le sue declinazioni.

Studenti protagonisti del 1° roadshowdel dono

Sono 80 gli istituti scolastici chehanno aderito al progetto #DonoDay2019 Scuole, realizzato in collaborazione conil Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR).Alle scuole primarie e secondarie è dedicato il contest #DonareMiDona. Ivincitori saranno premiati il 4 ottobre a Roma al TeatroGhione nella tappa nazionale del roadshow del dono che animeràgli istituti scolastici di cinque regioni italiane: il 20 settembre aMartinsicuro (Teramo), il 26 settembre a Olevano sul Tusciano (Salerno), il 1ottobre - in collaborazione con Fondazione Ebbene - a Catania e il 10 ottobre aVignola (Modena). Partner del Giorno del Dono per le scuole è AmazonItalia che contribuisce alle iniziative per le scuole, sostenendol’IID per l’organizzazione delle tappe nelle 5 città coinvolte, oltre a metterea disposizione i premi per le scuole vincitrici della categorie Giuria Tecnica.

Tutte le info su http://www.istitutoitalianodonazione.it/
17/09/2019, 19:23



Intervista-al-prof.-Antonio-Privitera-dell’Harim-Accademia-Euromediterranea-


 Il professore di Storia della Moda ci ha spiegato perché investire su contest e formazione



Investire sui giovanie sul loro talento è da sempre uno degli obiettivi di Fondazione Ebbene. Perfarlo si sono sempre messe in campo tutte le energie e le collaborazionipossibili sul territorio, come quella con l’Harim Accademia Euromediterranea diCatania per il contest creativo Volontariamente che si concluderà lunedì 23settembre.

Il contest è aperto atutti i giovani dai 18 ai 35 anni residenti in Sicilia, che abbiano voglia dimettersi in gioco realizzando un’opera che racconti una loro esperienza divolontariato e cittadinanza attiva. Le opere possono essere realizzate con dimensione e tecnichediverse, come fotografia, disegno a mano libera, artwork digitale,illustrazione, dipinto ecc. Al vincitore verrà data la possibilità di studiareall’interno dell’Harim Accademia Euromediterranea, grazie a una borsa di studioa copertura totale per un anno. Per leggere il bando vai alla sezione Contest Volontariamente del nostro sito. 

Maperché è importante partecipare a un contest creativo? A risponderci è stato ilprofessore Antonio Privitera, insegnante di Storia della Moda, Semiotica dellaModa, Brand Identity & fashion communication: «Si tratta di mettersi in discussione, prima di tutto con se stessi- spiega il docente. Il contest è una metodologia per misurare leproprie abilità e le proprie capacità, perché è quel momento specifico incui si deve necessariamente procedere con una summa delle conoscenzeculturali acquisite fino a quel dato momento. Poi è una sfida produttiva congli altri e un confronto necessario per capire la caratura del propriovalore. Non esiste margine di crescita senza la voglia di mettersiin gioco».

Il professore Antonio Privitera ci ha inoltrespiegato perché scegliere di formarsi in un’accademia come l’Harim: «L’Harim è un’accademiache permette una formazione completa nel mondo del design, che parte dalle basiteoriche fino a quelle più concrete: partendo dallo studio culturale e dalvalore interdisciplinare della moda fino alla cucitura di un abito o allarealizzazione di shooting fotografici a secondo dal percorso formativo. Nonesiste capacità manuale senza conoscenza teorica e non bastano le conoscenzeimpalpabili senza una buona acquisizione di un know-how.
13/09/2019, 16:01



#OpenDaySolidale,-si-celebra-oggi-la-Giornata-Internazionale-del-lascito-solidale


 Nel tuo testamento solidale, scegli Fondazione Ebbene. Sostieni il nostro modello di prossimità che rimette al centro le persone



Non serve esserepersonaggi famosi o possedere un ingente patrimonio, si può scegliere di sosteneredelle cause solidali anche quando non si è più in vita. È sempre più comuneinfatti scegliere di fare un testamento solidale e supportare il lavoro delle associazioni eorganizzazioni del Terzo Settore, contribuendo a sviluppare una società attentaalle esigenze dei più fragili.

Si celebra oggila Giornata Internazionale del lascito solidale, che mira sensibilizzare lepersone verso questo significativo atto di volontà. Per promuovere la culturadel testamento solidale, il Consiglio Nazionale del Notariato e il ComitatoTestamento Solidale promuovono in tutto il territorio nazionale l’Open Day Solidale, con l’obiettivo difornire consulenze gratuite e rendere più chiari tutti i passaggi da compiereverso questa scelta che arriva dal cuore.

Nel tuo testamento solidale indica Fondazione Ebbene econtribuisci a diffondere il nostro sistema di economia circolare che riportaal centro le persone e i luoghi in cui vivono. Da sempre impegnata nel contrasto alle povertà, combattere lacultura dello scarto, investire sui giovani talenti e contribuire allo svilupposostenibile dei territori e delle comunità.

Èun’azione complessa che da Sud a Nord ci permette di essere costruttori diprossimità nei nostri Centri (sedi aperte al pubblico che accolgono i cittadini e offrono sostegno e consulenza specialistica)e Luoghi (iniziative di sviluppo locale sostenute daipromotori della Fondazione e dai Centri di che promuovono nuove forme dipartecipazione civica e sensibilizzano i cittadini e le famiglie alle e le famiglie alle tematiche sociali). 

Qui il link dei nostri progetti che rappresentano leazioni di prossimità che promuoviamo in tutta Italia. 

Approfondimenti.

Cos’è il Testamento Solidale?

Fare "testamento solidale", significaricordare nel proprio testamento, in qualità di erede (eredità) o di legatario(legato), una o più associazioni, organizzazioni, enti. È un gesto semplice enon vincolante, che può essere ripensato, modificato in qualsiasi momento, senzache vengano in alcun modo lesi i diritti successori dei propri cari e familiariche sono tutelati dalla legge italiana con il riconoscimento della quota dilegittima, ovvero la parte di eredità di cui si può disporre liberamenteindividuando come beneficiari soggetti diversi dai legittimari, come le onlus.Non sono necessari ingenti patrimoni, perché per sostenere il lavoro quotidianodi associazioni impegnate nelle più importanti cause umanitarie e scientifiche,anche un piccolo contributo può fare la differenza.

Chi usufruisce diun Testamento Solidale?

Per avere valore, il testatore deveesplicitare il nome della persona fisica o giuridica, incluse le organizzazioninon profit, che beneficeranno del lascito.

Cosa si puòlasciare?

Il testatore può decidere didevolvere una parte del proprio patrimonio sotto forma di denaro, azioni,titoli d’investimento; un bene immobile (casa, appartamento, terreni); un benemobile (macchina, arredi, gioielli, opere d’arte).

Affinché il lascito sia valido, ènecessario indicare chiaramente l’organizzazione beneficiaria nel propriotestamento.

Perché è importanterivolgersi al Notaio?

La figura del notaio è un punto diriferimento irrinunciabile per chiunque voglia approfondire la propriaconoscenza sul testamento solidale e sul come procedere nel modo corretto agaranzia della puntuale attuazione delle proprie disposizioni testamentarie,comprese quelle ispirate da sentimenti di solidarietà sociale.

Fare testamento, con l’aiuto delnotaio, vuol dire avere la certezza che sia rispettata la propria volontà,permettendo di disporre, secondo legge, dei propri beni o di parte di essi inmaniera chiara e inequivocabile.


123116
Create a website