Messina arriva il Jukebox letterario, al posto della musica si ascoltano poesie

09/10/2018, 01:55

Messina-arriva-il-Jukebox-letterario,-al-posto-della-musica-si-ascoltano-poesie

A Messina un Jukebox innovativo: non si ascolta musica ma poesie e letteratura. Obiettivo? Riportare la cultura tra le strade della gente

FondazioneEbbene

Fondazione ÈBBENE

Sede legale: Via Pietro Carrera n°23 - 95123 Catania

E - mail: comunicazione@ebbene.it

Fax: 095 731 51 63 

numeroverde

facebook
twitter
youtube

News

© 2018 Fondazione Èbbene - Facciamolo per il nostro bene, tutti i diritti riservati

09/10/2018, 01:55



Messina-arriva-il-Jukebox-letterario,-al-posto-della-musica-si-ascoltano-poesie


 A Messina un Jukebox innovativo: non si ascolta musica ma poesie e letteratura. Obiettivo? Riportare la cultura tra le strade della gente



Come fare a riportare la cultura e la poesia per le strade e tra la gente?


In provincia di Messina ci pensa il Jukebox Letterario, idea del professore Mauro Cappotto, docente di Storia dell’Arte al liceo di Capo d’Orlando e abitante di Ficarra dove dopo qualche settimana in giro per le strade di Messina, è stato posizionato ufficialmente questo strano Jukebox innovativo e retrò allo stesso tempo, perché riportare in auge la poesia e la cultura, oggigiorno può essere davvero considerata un’impresa difficile, ma non impossibile, e iniziative del genere incuriosiscono gli abitanti e fanno parlare di sè avvicinando curiosi e appassionati.

Ecco quindi che il Jukebox letterario, uscito dagli anni 80, ritorna in funzione per trasmette, al posto delle canzoni, versi poetici declamati per lo più da voci di persone comuni e da alcuni attori professionisti.

Come si attiva il jukebox letterario? Ovviamente, arrivando dagli anni 80, bisogna inserire una vecchia moneta da 500 Lire, che si trova già presente vicino all’apparecchio. Per cui a costo zero, si potrà scegliere la poesia preferita o quella che si vuole ascoltare, e premere invio. Presenti Giacomo Leopardi ed Eugenio Montale e poi giustamente per valorizzare l’importante storia letteraria isolana, grande risalto ai poeti siciliani del 900: Gesualdo Bufalino, Vitaliano Brancati, Lucio Piccolo, Basilio Reale, Bartolo Cattafi e Vincenzo Consolo.

L’iniziativa è stata lanciata nelle scorse settimane durante la rassegna Naxoslegge a Giardini Naxos di Messina, e sarà presto portata anche nelle scuole, grazie ad un progetto pilota che vede coinvolti due licei siciliani uno di Giardini Naxos e uno di Capo d’Orlando.

Il progetto proseguirà nel 2019 con altre scuole e sarà ancora più interattivo, perché i professori e i ragazzi non si limiteranno all’ascolto delle opere ma potranno suggerirne di nuove da inserire nel Jukebox, andando così con i suggerimenti di tutti a creare un patrimonio unico e sempre più esteso di poesie e opere narrative da poter ascoltare.

La direttrice di Naxoslegge, Fulvia Toscano, ha infatti riferito come, a parte il grande interesse suscitato dal jukebox letterario nel pubblico del festival, numerose siano state le richieste di coinvolgimento pervenute da diverse scuole interessate a riproporre l’esperienza.Il Jukebox letterario oltre che promuovere la poesia e la cultura, vuole anche stimolare gli ascoltatori alla scoperta del importante patrimonio poetico e letterario siciliano.



1
Create a website