scopri

logo

facebook
twitter
youtube

Seguici su

Ebbenegrey1

©2019 Fondazione Ebbene P.IVA  05459640875 CF 93181480877

scopri

Tavoladisegno10

scopri

logo
20/03/2019, 10:21



Va-in-Aula-il-Reddito-di-Cittadinanza:-delusione-sulla-disabilità


 Deludono le modifiche sulla disabilità e arriva una cabina di regia



L’Aula della Camera avvia oggi la discussione sul reddito di cittadinanza e Quota 100, licenziato dalle Commissioni riunite XI Lavoro e XII Affari sociali nella notte fra venerdì 15 e sabato 16 marzo, dopo un esame durato meno di una settimana e con appena una manciata di emendamenti approvati. Modifiche in Aula? Difficile prevederne, certamente non sono previste al Senato: bisogna chiudere entro il 29 marzo. I limiti di spesa autorizzati salgono un poco rispetto alla versione iniziale: di 5.906,8 milioni di euro nel 2019, 7.166,9 milioni di euro nel 2020, 7.391 milioni di euro nel 2021 e 7.245,9 milioni di euro annui a decorrere dal 2022 da iscrivere su apposito capitolo dello stato di previsione del Ministero del lavoro e delle politiche sociali denominato «Fondo per il reddito di cittadinanza». Per l’accordo con i CAF sono stanziati 35 milioni di euro per l’anno 2019. A questo link la comparazione ufficiale fra i testi.

La prima novità è una delusione: ci si aspettava un passo in avanti significativo sul tema disabilità, che non c’è stato. Ci sono sì delle novità ma davvero briciole in confronto ai 400 milioni che Salvini a fine gennaio aveva chiesto, minacciando in alternativa di non firmare il decreto. Cosa c’è invece di nuovo sulla disabilità rispetto al testo approvato dal Senato? La pensione di cittadinanza viene estesa anche ai nuclei in cui persone con 67 o più anni vivano con una o più persone con disabilità grave o non autosufficiente di età inferiore (le persone con disabilità devono essere le uniche del nucleo di età inferiore ai 67 anni), situazioni spesso drammatiche che effettivamente meritavano un’attenzione specifica (articolo 1 comma 2). Resta il previsto computo delle pensioni di invalidità, cecità e sordità nel cumulo del reddito, ma i massimali del patrimonio mobiliare sono ulteriormente incrementati di euro 5.000 per ogni componente in condizione di disabilità e di euro 7.500 per ogni componente in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza. Il parametro della scala di equivalenza, che non viene modificato nonostante le pressanti richieste per i figli minori, vede un piccolissimo ritocco verso l’alto fino ad un massimo di 2,2 (da 2,1) nel caso in cui nel nucleo familiare siano presenti componenti in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza. Significa un aumento massimo previsto del beneficio economico di 600 euro annui cioè 50 euro al mese.

Rispetto ai patti per l’inclusione e per il lavoro, viene dettagliato meglio che la persona con disabilità è esclusa dagli obblighi di adesione, ferma restando la possibilità per «il componente con disabilità interessato la possibilità di richiedere la volontaria adesione a un percorso personalizzato di accompagnamento all’inserimento lavorativo e all’inclusione sociale, [...] continua a leggere la notizia, clicca qui.
18/03/2019, 18:01



Festa-San-Giuseppe-a-Palermo,-Fondazione-Ebbene-insieme-all’Associazione-A.S.F.A.-


 Solidarietà e beneficenza, domani a Monreale donazione del pane benedetto



Solidarietà e beneficenza.Con questo spirito l’Associazione A.S.F.A. di Palermo è pronta a celebraredomani, 19 marzo, a Monreale, la Festa di San Giuseppe donando pane benedetto atutti i presenti. Un appuntamento sostenuto e condiviso da un circuito diorganizzazioni, tra cui Fondazione Ebbene, per festeggiare non soltanto unmomento fortemente legato alla tradizione siciliana, ma soprattutto condividere solidarietà e Prossimità con la Comunità e riscoprire la bellezza di donarsi all’altro.

Appuntamento domani, 19marzo, alle ore 13.30, in via Favara, n. 6. 

In allegato lalocandina realizzata dall’Associazione A.S.F.A.

14/03/2019, 18:01



Giovani-e-legalità,-torna-"Capaci-di-Crescere"-con-il-concorso-“Volontariamente"


 Il 23 maggio un fiume di studenti a Librino per dire “No alla Mafia”



Torna "Capaci di Crescere",l’appuntamento più importante in Sicilia Orientale su Giovani e Legalità, promosso da Fondazione Ebbene, Consorzio Sol.Co., incollaborazione con l’Istituto Regionale di Istruzione Secondaria Superiore "Francesca Morvillo".

Giunto alla sua quinta edizione, l’evento si svolgecome ogni anno il 23 maggio, giornata della legalità in memoria della Strage diCapaci, al Polo Educativo Villa Fazio di Librino, bene sottratto alla mafia eoggi centro di aggregazione per i giovani e le famiglie del quartiere. "Capacidi Crescere" nasce per educare i giovani e la comunità in genere al valoredella legalità, intesa come unico strumento di sviluppo, coinvolgendo un fiumedi studenti che per un’intera mattinata partecipano alle attività dall’altocontenuto formativo ed educativo, fanno esperienze reali di crescita e dialoganocon i "Testimonial della legalità", persone che lungo la loro vitaprofessionale e lavorativa hanno lottato per liberare la Sicilia dalla mafia.

Ogni anno l’eventopropone alle scuole un bando di concorso, costruito attorno a un temaspecifico, con l’obiettivo di mantenere vivo il ricordo di Giovanni Falcone e ditutte le vittime di mafia, offrendo ai giovani l’opportunità di raccontare laSicilia non come terra di mafia, ma palcoscenico dove mettere in campo energia,talento e costruire percorsi reali di sviluppo. Il tema scelto di quest’anno è "Volontariamente",un concorso dove sia gli studenti degli Istituti scolastici di ogni ordine egrado che i giovani artisti (max 35 anni) possono raccontare la loro esperienzadi volontariato e impegno civico attraverso un prodotto grafico.

Dalla fotografia aldisegno a mano libera passando per un dipinto o un’illustrazione, tante lemodalità per aderire al concorso, diventando protagonisti e restituire bellezza alla Sicilia, una terra spesso martoriata e deturpata. E raccontare questabellezza fatta di volontariato, Prossimità, solidarietà e amore per ilprossimo. 

Sei un giovane artista?Racconta la tua esperienza di volontariato e cittadinanza attiva.

Invia un elaboratografico, inedito e originale, accompagnato da un breve racconto che ne raccontiil senso entro il 10 maggio 2019 all’indirizzo email info@ebbene.it o  recapitato direttamente alla sede di Fondazione Èbbeneall’indirizzo - Via Pietro Carrera, n° 23 - 95123 Catania.

La premiazione ufficiale del bando avverrà durante l’evento "Capaci di Crescere".

In allegato il bando "Volontariamente".


12396
Tavoladisegno10
Contrastoallepovert
Rigenerareeriqualificareglispazi
Progettiperigiovani

facebook
twitter

E-mail

comunicazione@ebbene.it

Catania,Italia

Via Pietro Carrera n.23 - 95123

Telefono

800 082834

Create a website